Acquistare cosmetici in tempo di covid

Pur preferendo gli acquisti vis à vis durante i quali posso chiedere informazioni, vedere il prodotto, usufruire della consulenza del venditore, lasciando meno spazio all’immaginazione, mi rendo conto che i vantaggi dell’acquisto online, partito durante il lockdown e che ha fatto registrare un aumento degli e-commerce, sono innegabili.

Secondo i dati elaborati da Netcomm i cambiamenti di abitudini del consumatore a seguito della pandemia covid19 sembra abbiano fatto un salto epocale spostando letteralmente l’acquirente sul circuito e-commerce.

Nello specifico del cosmetico quali sono le regole da seguire per non rischiare di acquistare un prodotto inefficace o addirittura dannoso?

E’ necessario premettere che in maniera del tutto macro, tre sono le ipotesi di acquisto online:

  1. prodotto conosciuto ed acquisto per riapprovvigionamento
  2. nuovo prodotto per la cura di pelle e capelli
  3. prodotti per l’igiene di mani

1 In questo caso la scelta è sicuramente sull’offerta a minor prezzo. Sembrerebbe qualcosa di semplice ma nasconde un’insidia. I prezzi più bassi possono essere di stock fallimentari o di svuotamento di magazzino magari per fine attività. Essendo prodotti che devono essere applicati sulla superficie corporea, l’integrità è fondamentale soprattutto se trattasi di prodotto con ingredienti di origine vegetali più soggetto a depauperamento. La normativa in ambito cosmetico prevede che sulla confezione venga riportata la scadenza solo nel caso in cui il prodotto integro abbia una durata inferiore a 36 mesi pertanto la maggior parte dei prodotti cosmetici non contiene la scadenza ma solo il simbolo del barattolo che indica la durata post apertura. Importante però sapere che sempre la normativa prevede che coloranti e profumi non devono essere in grado di coprire aventuali alterazioni del prodotto. Anche in sede di riapprovigionamento è pertanto importante rivolgersi ad un fornitore fidato e non basare la scelta solo sul miglior offerente.

2 Scegliere un nuovo prodotto implica prima di tutto di aver individuato il problema. Per questo il suggerimento che mi sento di dare è quello di preferire un e-commerce in cui è previsto un supporto di consulenza online, la possibilità di parlare con qualcuno, un numero di wathsapp a cui chiedere delle specifiche. 123 click, ordine fatto, acquisto completato…saltando la parte consulenziale può essere utilizzato da chi è abituato all’acquisto al supermercato del prodotto di cosmesi che comunque anche per quest ultimo, la mancata possibilità di vedere il prodotto, comporta dei rischi: ciò che viene trasmesso con una immagine non può infatti equiparare le percezioni sensoriali del prodotto materiale. Per chi invece è abituato al canale profumeria, erboristeria, acconciatore in cui la parte consulenziale è inclusa nel servizio stesso di vendita, scegliere in rete presenta non pochi problemi anche per il fatto che il tipo di consumatore che si rivolge a questi canali è da una parte più propenso a spendere e dall’altra ricerca un prodotto di qualità.

3 L’incessante richiesta del mercato di avere prodotti disponibili in grado di soddisfare la necessità di pulizia ed igiene delle mani, il blocco della produzione industriale tradizionale, ha portato le aziende a convertire la produzione immettendo sul mercato igienizzanti che possono essere simili come formulazione ma diversi dal punto di vista regolatorio (scheda di sicurezza, etichetta, senza autorizzazioni, CONCENTRAZIONI INSUFFICIENTI DI SOSTANZE ATTIVE CONTRO IL VIRUS). In questo caso il consiglio, oltre all’acquisto di prodotti storicamente igienizzanti ma che specialmente durante il lockdown di difficile reperibilità, è quello di acquistare da aziende che hanno convertito la loro produzione partendo da un settore in cui già facevano uso dei principi attivi. Attenzione anche ai claim poco chiari: “con antibatterico” se parliamo di un cosmetico, ad esempio, può semplicemente significare che è stato formulato con l’utilizzo di un conservante antibatterico e non per esplicitare una funzione antibatterica in fase di utilizzo.

by gloriana ronda