SOS capelli in chemioterapia

Chemioterapia e capelli: le cose da sapere per non perdere tempo nel trovare una soluzione.

La perdita dei capelli palesa lo stato di malattia ed è uno dei momenti più difficili da affrontare dal momento della diagnosi.

Può sembrare assurdo ma il 90% delle donne pongono come prima domanda “perderò i capelli?” piuttosto che “dottore che probabilità ho di farcela?”

Del resto i capelli ci identificano e sono un grande supporto psicologico.

Riti, significati…quante volte un cambio di look per segnare un traguardo o una svolta?

Per questo il momento della perdita è una prova difficile e non basta l’acquisto di una parrucca online per risolvere.

Nel mio centro mi piace trasmettere più il servizio di “accompagnare”, dall’annuncio della terapia alopecizzante a quando ricrescono i capelli.

Eccon qui le tappe allora.

  1. anche le sopracciglia potrebbero cadere. Se non si è iniziata la terapia si può prendere in considerazione una dermopigmentazione. Nel caso non si volesse tatuare il sopracciglio si può pensare inizialmente ad una cover e poi ad una tricoprotesi con frangia nella parte finale della terapia (le sopracciglia sono le ultime a cadere e fino a quel momento è possibile stare tranquillamente con la fronte scoperta
  2. scelta della tricoprotesi (consulta: come scegliere)
  3. acquisto dei prodotti per il mantenimento della troficità del cuoio capelluto: durante la terapia lo scalp si disidrata dando origine a sensibilizzazioni anche per la tricoprotesi e proponendo poi capelli estremamente aridi e crespi.
  4. scelta di turbante con cerchio di capelli: per essere comoda durante l’ospedalizzazione, in casa, per brevi passeggiate
  5. prendere appuntamento per una consulenza, che può essere anche svolta online

Contattami per maggiori info: 3477328125 Gloriana